News

Ingegneria Edile-Architettura

Classe 4/S
Anno di attivazione 2005
Facoltà di INGEGNERIA
_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _
Presidenza
Preside Prof. Vitale CARDONE
tel. 089 964029
fax 089 964343
presing@unisa.it
Sito Web della facoltà
_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _
Area Didattica
Ingegneria civile e ambientale
Presidente Prof. Paolo VILLANI
tel. 089 964240
fax 089 964343
adica@unisa.it
Sito Web dell’area didattica
Manager Didattico Eugenio Meloni
_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _
Obiettivi del corso di laurea
Obiettivo formativo del corso di laurea in Ingegneria edile-Architettura (ciclo unico quinquennale ai sensi della direttiva europea 85/384/CEE) è quello di attuare una integrazione della formazione storico-critica con quella più tipicamente tecnico-ingegneristica. Attraverso l’acquisizione degli strumenti propri dell’architettura e dell’ingegneria edile e avendo padronanza degli strumenti relativi alla fattibilità costruttiva dell’opera ideata, i laureati specialistici debbono, inoltre, essere in grado di progettare le operazioni di costruzione, trasformazione e modificazione dell’ambiente fisico, con piena conoscenza degli aspetti estetici, distributivi, funzionali, strutturali, tecnico-costruttivi, gestionali, economici e ambientali, predisponendo progetti di opere, dirigendone la realizzazione, e coordinando a tal fine, ove necessario, altri specialisti e operatori nei campi dell’architettura, dell’ingegneria edile, dell’urbanistica e del restauro architettonico.
L’obiettivo finale è la creazione di una figura professionale dotata di un apparato culturale che permetta l’integrazione ed il coordinamento delle conoscenze nell’ambito delle attività caratterizzanti l’edilizia e l’architettura al fine di associare alla specifica capacità progettuale la padronanza degli strumenti relativi alla fattibilità dell’opera ideata, fino a poterne valutare ed indirizzare con competenza la corretta esecuzione sotto il profilo estetico, funzionale, tecnico-economico e che possa inserirsi a pieno titolo nel mercato governato dalle direttive europee per le opere di edilizia e di architettura.
Il laureati dovranno essere in grado di utilizzare, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell’Unione Europea oltre l’italiano, almeno nel suo vocabolario tecnico.
_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _
Requisiti per l’accesso
L’accesso al Corso di laurea specialistica in Ingegneria edile-Architettura è a numero programmato; la prova d’accesso consiste di quesiti a risposte multiple, elaborazioni logiche ed esercizi (vedi www.cisiaonline.it).
Per l’a.a. 2009-2010 il numero di posti a concorso è di 100 per cittadini comunitari e non comunitari regolarmente residenti in Italia e di 5 per i cittadini non comunitari non ricompresi nella legge 30 luglio 2002, n. 189, art. 26.
Ulteriori informazioni sono disponibili all’indirizzo seguente www.ingegneria.unisa.it.
_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _
Sbocchi professionali
Il Corso fornisce competenze e strumenti operativi per sviluppare progettazione e funzioni di verifica e d’indirizzo dell’esecuzione nell’ambito del controllo della qualità urbanistica, architettonica, strutturale e tecnologica, sia nel settore delle nuove costruzioni che nel settore del recupero edilizio e della conservazione del patrimonio storico-artistico. Gli sbocchi occupazionali prevedono, oltre all’attività professionale esercitata nelle forme della professione libera, individuale o associata, funzioni di elevata responsabilità.