News

Comunicazione d’Impresa e Comunicazione Pubblica

Classe LM 59
Anno di attivazione 2008
Facoltà di LETTERE E FILOSOFIA
_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _
Presidenza
Preside Prof. Maria GALANTE
tel. 089 969340
fax 089 969614
presideletfil@unisa.it
Sito Web della facoltà
_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _
Area Didattica
Scienze della comunicazione
Presidente Prof. Luigi FREZZA
tel. 089963016
fax 089963013
frezza@unisa.it
_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _
Obiettivi del corso di laurea
Il Corso mira a sviluppare:
a) conoscenze metodologiche, a livello di management, idonee alla progettazione, organizzazione e gestione dei contenuti e dei flussi (canali) di comunicazione interna ed esterna, nelle imprese operanti nei vari settori di attività, negli enti della pubblica amministrazione e nelle organizzazioni non profit;
b) conoscenze tecniche e politiche necessarie per la programmazione dei piani di comunicazione integrata;
c) abilità di creazione e gestione della corporate identity aziendale e di monitoraggio della corporate image;
d) capacità di svolgimento di compiti di elevata responsabilità, organizzativi e gestionali, nelle agenzie di comunicazione e pubblicità e nei centri media;
e) conoscenze per le attività di comunicatore pubblico;
f) abilità di utilizzazione fluente, in forma scritta e orale, almeno della lingua inglese, oltre l’italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari.
Il laureato magistrale in Comunicazione d’impresa e comunicazione pubblica è un professionista esperto e abile a gestire l’innovazione sul piano delle comunicazione pubblica e/o di quella d’impresa, con particolare disposizione a elaborare e disporre i nuovi formati comunicativi e gli scenari delle moderne reti di comunicazione.
_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _
Requisiti per l’accesso
Per accedere al Corso è richiesto il possesso di conoscenze specifiche negli ambiti delle scienze della comunicazione e in particolare nei settori delle scienze umane ed economico-sociali e delle discipline giuridiche, storico-politiche e filosofiche. Fra le conoscenze indispensabili richieste, sono ritenute importanti quelle dei settori disciplinari dell’economia e gestione delle imprese, della scienza politica, della comunicazione visiva, del diritto privato comparato, della lingua inglese, dell’informatica giuridica applicata al diritto e all’organizzazione delle amministrazioni pubbliche, dell’informatica generale applicata ai saperi della comunicazione. Possono accedere al Corso di laurea magistrale i laureati in
a) Scienze della comunicazione dell’ordinamento ateriforma (quinquennale) e i laureati della classe delle lauree in Scienze della comunicazione (classe 14, e classe L20) dell’Ateneo di Salerno, senza valutazione del possesso di crediti in ambiti di base e caratterizzanti di laurea triennale;
b) i laureati quinquennali o laureati triennali di Scienze della comunicazione di altri atenei che risultino aver maturato almeno 60 crediti complessivi appartenenti a vari settori disciplinari dei quali almeno 30 nei settori disciplinari L-LIN/01, IUS-14, SECS-P/08, SPS-04, M/PSI 01, ICAR 13;
c) per quanto riguarda i possessori di altro titolo di laurea o diploma universitario, possono accedere al Corso di laurea magistrale coloro che risultino aver maturato almeno 70 cfu complessivi appartenenti a vari settori disciplinari (dei quali almeno 35 nei settori disciplinari L-LIN01, IUS 14, SECS-P/08, SPS-04, M/PSI/01, ICAR 13;
d) possono altresì accedere i titolari di diploma o di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo ai sensi delle normative vigenti, purché ad essi possano essere riconosciuti 70 crediti formativi nei settori disciplinari di cui al punto c) (informazioni più dettagliate sono contenute nel Regolamento didattico del Corso).

Il Corso è ad accesso programmato (70 posti disponibili); per accedere è necessario superare una prova di ammissione obbligatoria selettiva che verifica anche l’adeguatezza della personale preparazione dei candidati.

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _
Sbocchi professionali
Le conoscenze e abilità sviluppate consentono sbocchi professionali nell’area del management della comunicazione d’impresa e comunicazione pubblica. I laureati magistrali hanno opportunità di inserimento presso imprese e organizzazioni consortili operanti nei vari settori di attività economica (manifatturiera e di servizi), ai diversi livelli della filiera di produzione (fornitura, produzione, distribuzione); agenzie di pubblicità e di comunicazione e centri media; enti della pubblica amministrazione (L. 150/2000) e organizzazioni non-profit (associazioni di categoria e di tutela, fondazioni), enti di promozione del territorio, ecc. Ulteriore sbocco professionale è rappresentato dall’attività di consulenza, svolta come libero professionista. L’ambito occupazionale previsto attiene al ruolo dirigenziale e comporta la piena valorizzazione, in chiave sistemica, delle abilità metodologiche, progettuali, organizzative, di coordinamento e di monitoraggio possedute dai laureati.