News

Valutazione e Controllo Ambientale

Classe 27
Anno di attivazione 2001
Facoltà di SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI
_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _
Presidenza
Preside Prof. Maria TRANSIRICO
tel. 089 969787
fax 089 969608
Sito Web della facoltà
_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _
Area Didattica
Scienze ambientali
Presidente Prof. Anna ALFANI
tel. 089 969539
fax 089 969603
analfani@unisa.it
Sito Web dell’area didattica
_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _
Obiettivi del corso di laurea
Il corso di laurea intende formare esperti nel campo della valutazione e prevenzione dei rischi ambientali, e della gestione e salvaguardia delle risorse ambientali. A tal scopo, il corso fornisce agli studenti:
• una formazione scientifica interdisciplinare nei settori delle scienze matematiche ed informatiche, chimiche, fisiche, biologiche e geologiche;
• una cultura sistemica di ambiente e una buona pratica del metodo scientifico per l’analisi di componenti e processi ecosistemici, e di problemi riguardanti l’ambiente, sia naturale, che modificato dall’uomo;
• la capacità di utilizzare la lingua inglese, oltre all’italiano, nell’ambito delle scienze ambientali e per lo scambio di informazioni generali;
• una pratica di laboratorio e attività sul campo, per non meno di 20 crediti complessivi, in particolare dedicate alla conoscenza di metodiche sperimentali e all’elaborazione dei dati;
• aadeguate competenze informatiche, in particolare in materia di sistemi informativi di rilevamento e controllo.
_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _
Requisiti per l’accesso
Per essere ammessi al Corso occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria di secondo grado o di altro titolo equivalente conseguito all’estero. E’ previsto un test di ingresso orientativo e non selettivo, comune a tutti gli studenti delle Facoltà di Scienze, teso ad accertare le capacità logiche e le conoscenze elementari di matematica e scienze normalmente fornite nella scuola media superiore.
Allo scopo di colmare eventuali carenze di preparazione iniziale, è prevista l’organizzazione di attività formative propedeutiche (precorsi) o attività formative integrative da tenersi nel primo anno di corso.
_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _
Sbocchi professionali
Il laureato in Valutazione e controllo ambientale può trovare occupazione in aziende ed enti, pubblici o privati (Comuni, Province, Comunità montane, ARPA, Enti Parco, Protezione civile, Laboratori di analisi ambientali, laboratori di controllo qualità, Imprese industriali, artigiane e di servizio, per l’applicazione delle disposizioni di legge in materia ambientale) che si occupano di problematiche collegate all’ambiente, quali ad esempio la gestione e la conservazione di aree naturali protette, la consulenza in materia di risanamento e prevenzione ambientale, il controllo dell’inquinamento chimico ed elettromagnetico, la raccolta, lo smaltimento e il riciclo dei rifiuti, l’elaborazione di studi di impatto ambientale di attività produttive, l’uso di sistemi informatici di rilevamento e controllo.