News

Scienze dell’educazione

Il corso di laurea in Scienze dell’Educazione si propone il raggiungimento dei seguenti obiettivi formativi specifici:
- conoscenze teoriche, epistemologiche e metodologiche delle problematiche educative nelle loro diverse dimensioni, specificità, differenze, declinate in relazione alle principali agenzie educative (prescuola, scuola, formazione professionale, apprendistato, istruzione terziaria, alta formazione e formazione continua);
- conoscenze teoriche e capacità operative di base nei settori della pedagogia e delle scienze dell’educazione per l’analisi delle realtà sociali, culturali e territoriali per elaborare, gestire e valutare interventi e progetti educativi;
- conoscenze teoriche e competenze metodologiche relative ai processi di apprendimento e di sviluppo dell’individuo nei settori dell’infanzia, della preadolescenza e dell’adolescenza;
- conoscenze e competenze metodologiche di ricerca e capacità storico-critiche in tema di storia dei modelli e delle istituzioni educative, con particolare riferimento ai cambiamenti avvenuti nelle società moderne e contemporanee;
- conoscenze teoriche di base nelle scienze filosofiche e sociali tali da consentire raccordi disciplinari e interdisciplinari con le aree pedagogiche e della formazione;
- competenze pedagogiche finalizzate all’integrazione dei soggetti disabili, marginali e/o devianti, al contrasto della dispersione e del disagio sociale (anziani, minori, nomadi, soggetti detenuti nelle carceri, stranieri, ecc.);
- capacità di utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale, oltre all’italiano almeno una lingua dell’Unione Europea e di acquisire adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell’informazione;
- capacità di utilizzare con buona padronanza i principali strumenti informatici applicati alle Scienze dell’Educazione.

Il percorso formativo prevede un primo gruppo di attività formative, dette “di base”, che fanno riferimento ai contesti disciplinari relativi, oltre che alla pedagogia generale e sociale e alla didattica generale, alle aree della filosofia, della sociologia e dell’antropologia. Un secondo gruppo di attività formative, dette “caratterizzanti”, approfondisce in particolare i settori storico-educativi, della pedagogia speciale e della psicologia dello sviluppo.

Un terzo gruppo di discipline, infine, è rivolto all’affinamento della lingua inglese, della letteratura italiana e delle competenze informatiche.

Durante il triennio, inoltre, viene dedicata un’attenzione specifica alle attività laboratoriali e di tirocinio, affinché lo studente possa declinare le suggestioni teoriche e metodologiche in attività di carattere pratico e applicativo.

Al terzo anno viene offerta la possibilità allo studente di scegliere fra percorsi formativi differenti articolati su tre discipline; in particolare, vi sarà un percorso che prevede l’approfondimento degli aspetti educativi connessi alle problematiche socio-familiari e della criminalità minorile; un altro che intende fornire un quadro storico-filosofico moderno e contemporaneo nel quale collocare le Scienze dell’educazione; un terzo percorso approfondisce l’area sociologica della comunicazione e gli aspetti socio-psicologici dell’organizzazione e del lavoro, e infine vi sarà un percorso volto a fornire conoscenze specifiche per la didattica nel mondo della prima infanzia.