News

Viticoltura ed enologia

Sbocchi occupazionali

Le analisi sul settore indicano quindi che, per sostenere la competizione internazionale, il settore ha bisogno di un forte investimento, innanzi tutto in risorse umane e soprattutto in figure qualificate. L’adozione delle innovazioni, che la ricerca produce richiede, peraltro, l’utilizzazione nelle imprese di personale con una formazione di tipo universitario significativamente maggiore di quanto non avvenga ora. I laureati in Viticoltura ed Enologia dovranno, quindi, possedere la capacità di svolgere compiti e attività professionali autonome e di supporto in enti pubblici e/o imprese o consorzi privati di gestione, di consulenza ed assistenza interessati agli aspetti produttivi e alla realizzazione di progetti nel settore vitivinicolo. Il laureato dovrà essere in grado di: – inserirsi, con ruolo tecnico, nell’attività di produzione dell’uva e in quelle di trasformazione enologica o di utilizzazione alimentare dell’uva stessa, gestendo con competenze integrate la produzione, la difesa fitosanitaria, il controllo di qualità; – fornire supporti all’attività di progettazione di sistemi vitivinicoli gestire progetti e fornire assistenza e consulenza per la realizzazione di impianti nel settore vitivinicolo e di interventi finalizzati alla gestione delle problematiche della sostenibilità dei processi vitivinicoli.

Struttura del corso

I laureati in Viticoltura ed Enologia devono possedere un’adeguata conoscenza di base nei settori delle discipline matematiche, fisiche, chimiche e biologiche orientate agli aspetti applicativi, e cultura specifica nel settore della vite e dell’industria enologica con particolare attenzione alla sfera dell’ecologia e ecofisiologia viticola. I laureati in Viticoltura ed Enologia dovranno, inoltre, essere in grado di utilizzare almeno una lingua dell’Unione Europea, oltre l’italiano, ed essere in possesso di adeguate conoscenze che permettono l’uso degli strumenti informatici e di comunicazione, necessari nell’ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali.

Servizi aggiuntivi