News

Architettura e città. Valutazione e progetto

Sbocchi occupazionali

Il profilo dei laureati del corso di laurea magistrale in Architettura e città. Valutazione e progetto corrisponde ad una figura professionale in grado di promuovere e gestire interventi progettuali, di elaborare piani e programmi, di valutarne le potenzialità e gli impatti, collocandosi nei campi di attività propri della libera professione, degli enti istituzionali, degli enti pubblici e privati. In particolare, il laureato specialista risulta essere una figura scientifica e professionale, capace di proiettare le proprie competenze nel mercato europeo, in grado di affrontare la progettazione, la produzione e la gestione di strutture a livello urbano, territoriale ed ambientale. Si tratta di un architetto capace di valutare i caratteri fisici, storici, culturali, ambientali e socio-economici che connotano i valori complessi e stratificati dell’architettura, della città e del territorio, secondo un approccio di tipo sistemico in una attività di progettazione integrata di tutte le componenti che concorrono alla configurazione dello spazio: l’architettura, l’urbanistica, la valutazione delle alternative. È, pertanto, in grado di redigere progetti di architettura ed urbanistica sostenibile, compiutamente definiti secondo la loro diversa natura, anche in relazione ai cambiamenti del mercato, delle istituzioni e delle tecnologie.

Struttura del corso

Il corso di laurea si propone la formazione, innanzitutto culturale, di un architetto capace di orientare l’attività professionale. Si intende formare un figura che, attraverso il precedente triennio, abbia già appreso come la dimensione del progetto incida sulla configurazione dello spazio architettonico ed urbano, sulle intenzionalità che lo motivano, sulle limitazioni che lo condizionano, sulle tecnologie e sul linguaggio della rappresentazione. Le discipline previste dal corso di laurea sono, quindi, indirizzate alla conoscenza delle tecniche e dei metodi del progettare e del valutare, nell’intento di individuare gli impatti economici, sociali, ambientali, culturali, e di definire le strategie, i caratteri, il linguaggio e le convenienze connesse ai processi di trasformazione.

Servizi aggiuntivi
  • Biblioteca Centrale della Facoltà di Architettura, via Monteoliveto 3, Palazzo Gravina.
  • Biblioteca e laboratorio di informatica del Dipartimento di Conservazione dei beni architettonici ed ambientali, via Roma 402.
  • Biblioteca e laboratorio di informatica del Centro Interdipartimentale di Ricerca in Urbanistica “Alberto Calza Bini”, via Forno Vecchio 36.