News

Lingue e letterature europee e americane

Il Corso di Laurea magistrale in Lingue e letterature europee e americane è articolato in otto curricula:

1. Culture e letterature dei paesi di lingua francese;

2. Culture e letterature dei paesi di lingua inglese;

3. Germanistica – Percorso svedese;

4. Germanistica – Percorso tedesco;

5. Lingue e letterature iberiche – Percorso portoghese;

6. Lingue e letterature iberiche – Percorso spagnolo;

7. Studi sulle Americhe – Percorso anglo-americano;

8. Studi sulle Americhe – Percorso ispano-americano.

Obiettivi formativi e sbocchi occupazionali e professionali

Tra gli obiettivi qualificanti della classe LM-37, il corso di Lingue e letterature europee e americane si prefigge di privilegiare, fornendo gli strumenti teorici adeguati, la conoscenza avanzata di una tra le lingue e civiltà europee e americane.

Laddove gli insegnamenti linguistici promuoveranno una più profonda riflessione sulla lingua nelle sue strutture, varietà ed evoluzioni storiche, in particolare nell’espressione letteraria, le discipline critico-comparatistiche o filologiche e le discipline letterarie (oltre a quella straniera prescelta e a una a essa affine, la

letteratura italiana) si concentreranno sui molteplici aspetti del fenomeno letterario, sui generi nelle loro articolazioni interne e nei loro sviluppi, sugli apparati formali (retorici e stilistici), su una puntuale indagine tesa a mettere in luce i nodi centrali per la costituzione della modernità, mirando, assieme alle discipline storiche, geografiche o demoetnoantropologiche, artistiche o sociologiche e filosofiche, alla ricostruzione di contesti culturali complessi.

I laureati nel Corso di Laurea magistrale devono:

▪ avere solida padronanza di espressione scritta e orale nelle lingue straniere apprese oltre che nella lingua italiana;

▪ possedere conoscenze di un livello di studi di secondo ciclo universitario sulle metodologie dell’analisi linguistica e filologica, nonché della critica e della comparazione letteraria, su generi e testi letterari, sulla storia letteraria e culturale

europea o americana;

▪ a seconda dei curricula, devono acquisire conoscenze approfondite in specifiche aree culturali, geografiche o linguistiche;

▪ mostrare capacità di comprensione e commento di saggi specialistici e di conferenze scientifiche, prodotti in italiano e nella lingua straniera appresa e inerenti gli studi svolti;

▪ sviluppare approfondite capacità di comprensione del mondo culturale espresso dalla lingua e letteratura studiata, con riferimento alla sua realtà storica e geografica e in ogni sua dimensione, comprese quelle di genere o di etnia;

▪ essere in grado di elaborare, tramite le conoscenze acquisite, idee originali anche in contesti di ricerca.

I laureati nel Corso di Laurea magistrale devono saper applicare le conoscenze avanzate acquisite nei diversi ambiti professionali di loro competenza, mostrando elevate capacità:

▪ nell’analizzare le complesse problematiche connesse alle lingue, alle letterature e alle culture studiate;

▪ nell’analizzare e tradurre diverse tipologie testuali, e in particolare il testo letterario, e in generale nell’applicare in modo avanzato gli strumenti e le metodologie dell’indagine linguistica, filologica e letteraria alla comprensione di testi e documenti;

▪ devono saper applicare le proprie conoscenze all’educazione e formazione professionale connessa all’insegnamento nelle scuole pubbliche e private, alla cooperazione internazionale, alle attività delle istituzioni culturali e diplomatiche, al giornalismo, all’editoria, ai servizi sociali (educazione interetnica, pari opportunità, integrazione, ecc.), alle imprese pubbliche e private.

I laureati nel Corso potranno trovare occupazione in tutti quei settori dove siano richiesti:

▪ operatori linguistici impiegati nelle istituzioni culturali e nelle rappresentanze diplomatiche e consolari;

▪ traduttori in ambito umanistico;

▪ mediatori interculturali in enti pubblici (tribunali, istituti di detenzione, centri di accoglienza per immigrati, centri nazionali e internazionali di volontariato e di assistenza);

▪ operatori linguistici nell’industria e nel terziario culturale, dall’editoria ai mezzi radio-televisivi, alle agenzie letterarie e culturali, al mondo dell’arte e dello spettacolo; consulenti e operatori culturali nell’editoria e nel giornalismo;

▪ corrispondenti in lingue estere e assimilati;

▪ produttori e programmatori e operatori di eventi interculturali – incontri, convegni, manifestazioni, festival – organizzati e gestiti da enti e imprese pubbliche e private, nazionali e internazionali;

▪ assistenti linguistici all’interno di aziende ed enti pubblici e privati.

In base alla classificazione ISTAT, la professione che meglio risponde alla figura formata dal Corso di laurea magistrale in Lingue e letterature europee e americane è:

▪ specialisti in discipline linguistiche e letterarie.

I laureati potranno anche proseguire studi dottorali, per un più completo addestramento alla ricerca, nei settori delle lingue, delle letterature e delle culture europee o americane; potranno altresì prevedere come occupazione l’insegnamento nelle scuole secondarie di primo e di secondo grado una volta seguito e completato lo specifico percorso per l’abilitazione all’insegnamento e aver superato le prove di valutazione previste dalla normativa ministeriale.