News

Mediazione Linguistica e Culturale

Il corso di laurea è interfacoltà ed è articolato in 3 curricula:

1. Analisi linguistica e traduzione

2. Analisi testuale e traduzione

3. Mediazione con l’Europa orientale

Requisiti di ammissione

- Per essere ammessi al CdL bisogna possedere un diploma di scuola secondaria di secondo grado o altro titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto idoneo.

- Si richiede, inoltre, una buona conoscenza della lingua italiana, con particolare riguardo alle competenze nell’italiano scritto, e una conoscenza di base della storia e della cultura italiana ed europea.

Per gli studenti che intendano inserire nel proprio piano di studi la lingua inglese è richiesta una conoscenza di base corrispondente al livello B1 del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue.

- Le verifiche delle conoscenze richieste saranno svolte on line.

Obiettivi formativi e sbocchi professionali

I laureati nel Corso di laurea in Mediazione linguistica e culturale devono:

- avere padronanza di espressione scritta e orale nelle due lingue straniere apprese oltre che nella lingua italiana;

- possedere conoscenze di livello avanzato sui principi costitutivi di un’ampia gamma di tipologie testuali letterarie ed extraletterarie, sulle teorie linguistiche, sulle tecniche di traduzione, sui rapporti e le possibilità di interazione tra lingue e culture differenti;

- possedere conoscenze su generi e testi letterari, sulla storia letteraria e culturale europea, sulle relazioni fra traduzione e dibattito critico contemporaneo;

- mostrare capacità di comprensione di saggi specialistici e di conferenze scientifiche prodotti in italiano e nelle lingue straniere apprese e inerenti gli studi svolti;

- essere a conoscenza delle teorie e delle discussioni più avanzate sui principali aspetti della mediazione linguistica e culturale.

I laureati nel Corso potranno, in generale, trovare occupazione in tutti quei settori dove siano necessari:

- traduttori e redattori, in italiano e in lingua, di testi letterari o di natura professionale;

- assistenti linguistici all’interno di aziende ed enti pubblici e privati;

- esperti nell’educazione linguistica e nella comunicazione in ambito multilinguistico e multiculturale.

In base alla classificazione ISTAT, le professioni che meglio rispondono alla figura formata dal Corso di Laurea sono:

- esperti in discipline linguistiche e in traduzione;

- corrispondenti in lingue estere ed assimilati;

- professioni tecniche delle attività turistiche, ricettive e assimilate.